Psicologia Infanzia e Adolescenza

Share Button

doll-909239_1280

Nella prima infanzia è difficile avere casi conclamati di psicopatologia. L’intervento con i bambini è focalizzato sulla prevenzione di tutte quelle situazioni, più o meno a rischio, in cui potrebbe costituirsi terreno fertile per l’insorgere di problematiche future.

Un buon lavoro con i bambini non può prescindere da una collaborazione con i genitori. Troppo spesso assistiamo a casi in cui i così detti “bambini problematici” vengono trattati come fossero pacchi postali dei quali non si conosce la destinazione.                  Dall’insegnante all’educatore, dalla psicomotricista alla logopedista.. Un bambino è semplicemente un bambino, ed in quanto tale ha tutte le potenzialità per poter recuperare o viceversa per poter “inciampare” in qualcosa che sicuramente non aveva previsto.

L’intervento quindi prevede alcuni incontri con i genitori e successivamente incontri genitori e/o bambino.

 

street-chalk-73583_640

Utilizzando la musica, le immagini, i giochi e il movimento si favorisce la creazione di uno spazio dove il bambino può liberamente esprimersi. In alcuni casi è utile che anche il genitore partecipi attivamente, sperimentando nuove modalità di relazione con il proprio figlio.

In un periodo di passaggio delicato come l’adolescenza, dove sono evidenti repentini cambiamenti non solo a livello fisico e ormonale  ma anche a livello caratteriale, può essere difficile per l’adulto riuscire a trovare la giusta chiave per mantenere una buona relazione con l’adolescente. Sempre più spesso ormai assistiamo alla presenza di ansia e depressione già dalla primissima adolescenza. Ragazzi di 13-14 anni che inspiegabilmente, a fronte di una vita “normale” manifestano tutta la sintomatologia legata agli attacchi di panico o ancora ragazzi che cercano di colmare i propri bisogni con l’uso di sostanze come fumo, droga o alcool. Anche la ricerca della propria identità sessuale spesso può portare a disorientamento nel giovane.

Coinvolgendo tutta la sfera dei pensieri, delle emozioni, dei movimenti e degli stati fisiologici legati ai vissuti del bambino o dell’adolescente è possibile effettuare un intervento di recupero e di consolidamento delle proprie potenzialità. Un bambino o un adolescente che sta vivendo una situazione familiare difficile, la separazione dei genitori o la perdita di un caro…può dover fare i conti con molteplici emozioni, pensieri, sensazioni. Diventa quindi importante trovare un posto dove poter vivere tutti questi aspetti senza timore.

 

Share Button